Archivio

Archivio Febbraio 2005

Web Radio

27 Febbraio 2005 Commenti chiusi

http://radiomedia2005.supereva.it

Per prima, tra gli altri media, la radio si è staccata dall’involucro che la definiva e si sta trasformando in comunicazione pura, senza supporti. La radio si ascolterà sempre di più senza aver bisogno di possedere un apparecchio radiofonico, la new radio muta oltre ai linguaggi le modalità di fruizione, di trasmissione, di rilevamento dei dati di ascolto. L’ Internet ha forse salvato la radio dall’estinzione, ma ha estinto ogni iconografia radiofonica. Web radio sono definite per convenzione tutte le radio che trasmettono unicamente per il web un programma in streaming. Anche se non è possibile attribuire una data precisa alla nascita della prima web radio, si può facilmente collocare l’inizio del fenomeno con la possibilità per gli utenti della rete di poter usufruire della prima release del software RealAudio che Rob Glaser realizzò nell’ aprile del 1995. Sul numero delle web radio presenti in rete è difficile dare cifre esatte, soprattutto considerata la facilità con cui queste aprono e chiudono un ciclo di trasmissioni. Una fonte attendibile come il Mit due anni fa calcolò 27.000 web radio stabilmente funzionanti in Internet, a tutt’oggi con qualche dovrebbero essere per lo meno triplicate. Solitamente il carattere di massima economicità nella realizzazione di una web radio può permettere a chi la pensa e la realizza di fornire una programmazione altamente specializzata per un pubblico di estrema nicchia. La web radio americana Live365.com ha rappresentato l’estremizzazione di tale concetto, fornendo a chiunque la possibilità di trasmettere con una propria stazione individuale anche se per paradosso il titolare della radio ne è anche l’unico utente. Il fascino sottilmente paradossale della tecnologia a basso livello nella web radio raggiunge il suo grado zero. Questa non ha i riferimenti simbolico-liturgici che segnano ogni celebrazione dei fasti radiofonici, non può essere ad esempio simboleggiata dal microfono d’antan che richiama per antonomasia l’idea della radio tradizionale, ne tanto meno possiede un suo oggetto hardware che ne delimiti il messaggio in una struttura solida come alcune radio-simbolo di particolari controculture legate a generi musicali. Contenuto e contenitore combaciano ed hanno lo stesso livello di immaterialità. La web radio è il player attraverso il quale si può ascoltare, è il suo suono, è la comunità nomade che si raccoglie attorno alla sua voce. Da un altro punto di vista la web radio anima uno strumento di lavoro come il computer e ne svela un uso improprio, ne estrae l’essenza sconosciuta, fa palpitare plastica e silicio e crea un sottofondo fascinoso al ticchettio dei tasti di chi lavora. La web radio si ascolta quasi unicamente seduti davanti a una tastiera, in questo rinnega uno degli specifici più declamati della vecchia radio che poteva essere ascoltata ovunque e facendo qualunque altra cosa. La web radio nasce per fornire un tappeto sonoro all’uomo collegato a una macchina, o se vogliamo è la voce della macchina che vuol sedurre l’uomo perché resti più tempo possibile ad accarezzarla.
Riferimenti: La nostra preferita

Categorie:Senza categoria Tag:

Teca Multimediale

23 Febbraio 2005 Commenti chiusi

Nella pagina “Segreteria” del ns. sito potrai trovare la Teca Multimediale messa a disposizione di alunni e studenti.
http://mediapietramelara.supereva.it/teca.htm
Riferimenti: Vai alla Teca Multimediale

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Città delle Donne: 7 – 13 marzo 2005

12 Febbraio 2005 Commenti chiusi

L?Assessorato Pari Opportunità della Regione Campania, nell?ambito delle attività di informazione e sensibilizzazione del P.O.R. Campania 2000-2006, Misura 3-14 ?Promozione della partecipazione femminile nel mercato del lavoro?, e in occasione del decimo anniversario della Dichiarazione di Pechino, organizza a Napoli, tra il 7 al 13 marzo 2005, una serie di eventi dedicati alle donne, che trasformerà, per l?occasione, la Città della Scienza in Bagnoli, ne ?LA CITTÀ DELLE DONNE?.Per la nostra scuola ha partecipato la sezione staccata di Baia e Latina, che ha presentato i propri lavori e ha partecipato ad un ‘intervista concernente le attività svolte.
L?obiettivo è quello di comunicare e valorizzare l?impegno delle donne nei vari ambiti professionali, dando vita a situazioni in cui tutto nasce, vive e viene interpretato al femminile.

Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 24.00 all?interno de ?LA CITTÀ DELLE DONNE? – in contemporanea – si svolgeranno incontri, convegni, visite guidate, seminari, mostre ed esposizioni, e non mancheranno eventi di intrattenimento.

La settimana di manifestazioni sarà inaugurata il 7 marzo alla presenza del presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, del sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino e dell?assessore alle Pari Opportunità della Regione Maria Fortuna Incostante. In serata sarà presentato lo spettacolo scaturito dall?incontro Associazione Italia/Cina.

A partire dall?8 marzo 2005, dalle ore 20.00, si svolgeranno cinque appuntamenti per esplorare l?arte delle donne: Teatro, Cinema e Fotografia, Editoria, Filmografia.

Il 10 e 11 marzo sarà presentato il II Forum Annuale per le Pari Opportunità, che vedrà tra le protagoniste anche ospiti internazionali.

Per l?intera settimana ci sarà un calendario fitto di appuntamenti: una ?mostra mercato? dedicati all?imprenditoria femminile, una ?mostra esposizione? dove si potranno ammirare le opere di artiste specialiste in diversi settori, dalla pittura alla moda, dalla scultura alla musica, una ?sala danza? dove le principali scuole di danza campane si potranno esibire nelle proprie discipline, una ?sala degustazione? di prodotti di pregio campano, uno ?spazio discoteca? per il divertimento dei giovani ed una ?ludoteca? per i più piccoli.
Ci sarà, inoltre, uno spazio dedicato alle attività degli organismi delle Pari Opportunità.

La settimana de ?LA CITTÀ DELLE DONNE? si concluderà con un Talk Show che, coniugando informazione e divulgazione, intrattenimento e spettacolo, si avvarrà della presenza di artiste impegnate nell?ambito dei diritti civili.
Riferimenti: Visita Citta delle donne

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Modulistica: domanda di trasferimento

4 Febbraio 2005 Commenti chiusi

Si comunica che la modulistica per la domanda di trasferimento per l’a.s. 2005 / 2006 si puo’ scaricare da:

http://www.istruzione.it/mobilita/mobilita_00.shtml

Un saluto
Riferimenti: Scarica la modulistica

Categorie:Senza categoria Tag: , ,