Archivio

Archivio Gennaio 2009

Griglia valutazione quadrimestrale e media aritmetica

30 Gennaio 2009 Nessun commento

Sul sito della nostra scuola, nella Area Docenti, sezione Documentazione sono scaricabili le schede/griglie per la valutazione in formato doc  e per la media aritmetica in formato excel.

http://www.dada.it/freeweb/mediapietramelara/riforma.htm

 

 

Categorie:Senza categoria Tag:

27 Gennaio: il giorno della memoria

27 Gennaio 2009 Nessun commento

Come ogni anno segnaliamo il nostro sito dedicato alla shoah

 

http://digilander.libero.it/lashoah

 

 

Segnaliamo anche lo speciale RAI

http://www.rai.tv/mpwebtv/0,,2,00.html

 

p.s. e come ogni anno non capiamo come la bestia nazista abbia potuto germogliare in popoli cosiddetti civili come Italia e Germania

Categorie:Senza categoria Tag:

Bando PON FESR

16 Gennaio 2009 Nessun commento

Prot. n. 39 del 15 gennaio 2009

OGGETTO: Programma Operativo Nazionale "Ambienti per l’apprendimento" finanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale A-1 – 2007-508 (pregresso). Avviso prot. n. AOODGAI/872 del 01/08/2007. Autorizzazione Piani Integrati – Annualità 2007/2008.

Bando di gara per l’acquisto di attrezzature atte alla realizzazione di un laboratorio informatico

 

LE CONDIZIONI CHE SI RICHIEDONO SONO QUELLE CHE VIGONO IN MATERIA IN BASE ALLE DISPOSIZIONI VIGENTI E CIOÈ:
 la fornitura nella sua integrità, trattandosi di pubblica amministrazione, è soggetta alle disposizioni che disciplinano la materia a livello normativo nazionale e comunitarie. La fornitura deve essere quindi del tipo "chiavi in mano" intendendo pertanto a carico dell’ offerente le spese di trasporto , installazione , configurazione HW e SW
 le apparecchiature che si richiedono devono essere nuove di fabbrica;
 la consegna e l’installazione del laboratorio completo nei suoi elementi costitutivi, devono avvenire, previo apposito collaudo, presso la sede indicata dell’ordine;
 i prezzi indicati devono essere esclusi dell’IVA;
 la percentuale IVA deve essere indicata;
 la gara verrà aggiudicata anche in caso di unica offerta, purché in regola con le condizioni di questo foglio;
 la fornitura, l’installazione e il collaudo delle apparecchiature in oggetto nonché degli impianti connessi devono essere assicurate, presso i locali di questa Istituzione scolastica, entro e non oltre il termine di SESSANTA giorni dalla data di sottoscrizione del contratto;
 l’offerta deve essere valida per almeno 60 giorni;
 è richiesta, ad aggiudicazione della gara, A PENA DI ESCLUSIONE, copia del Certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. con la dicitura antimafia, di data non anteriore a sei mesi dalla data del 15 gennaio 2009, attestante l’esercizio dell’attività oggetto della gara da epoca non inferiore a cinque anni dalla data sopra indicata, i titolari di cariche e/o qualifiche;
 Per le installazioni deve essere rilasciata certificazione L. 46/90 e regolari dichiarazioni che certificano gli arredi ergonomici in materia di sicurezza D.Lgs. 81/08;
 Tutto il materiale fornito deve avere garanzia e l’assistenza per 24 mesi ed esse conforme alle norme vigenti.

RESTA INTESO CHE:

 questo Istituto non è tenuto a versare alcun compenso per i preventivi-offerte presentati;
 il rischio della mancata consegna dell’offerta nei termini su indicati, resta a carico della ditta o dell’impresa partecipante;
 è facoltà di questo Istituto chiedere qualsiasi chiarimento in sede di comparazione prezzo/qualità effettuata da un’ apposita commissione tecnica;
 il pagamento della fornitura verrà effettuato ad accredito dei finanziamenti da parte del Ministero Pubblica Istruzione;
 per quanto non specificato nel presente si fa riferimento, in quanto applicabili, alle seguenti disposizioni: D.P.C.M. n° 452 del 6/8/97 pubblicato dalla G.U.I. del 30/12/97.
 Questa istituzione si riserva di effettuare anche acquisti parziali a seconda delle disponibilità di finanziamento;
In ossequio alle disposizioni vigenti in materia di acquisti e di quanto precisato sopra, si chiede il preventivo delle seguenti attrezzature ed apparecchiature informatiche:

DESCRIZIONE IMPORTO UNITARIO SENZA IVA IVA APPLICATA IMPORTO TOTALE
PC PROCESSORE AMD SEMPRON 64 3000 RAM 512
MONITOR LCD LG 17"
SCHEDE DI RETE WIRELESS ASUS WL-138G
STAMPANTE MULTIFUNZIONE EPSON STYLUS DX 4000
HUB DI RETE WIRELESS 3COM
PROIETTORE NEC MULTISYNC LT 25
SCHERMO MOTORIZZATO NEC 250 X 190

GARANZIA 24 MESI

IL PLICO, CONTENENTE L’OFFERTA TECNICO-ECONOMICA E LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA, DEBITAMENTE SIGILLATO E RIPORTANTE SULL’ETICHETTA LA DICITURA: "CONTIENE OFFERTA PER PROGETTO A.1", DOVRÀ ESSERE CONSEGNATO A MEZZO DI SERVIZIO POSTALE, A MEZZO CORRIERE AUTORIZZATO O ANCHE A MANO.
IL PLICO DOVRÀ ESSERE INDIRIZZATO AL DIRIGENTE DI QUESTA AMMINISTRAZIONE E DOVRÀ PERVENIRE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12:00 DEL GIORNO 30 GENNAIO 2009.
Le Ditte, a loro discrezione, possono effettuare un sopralluogo da concordare con l’Ufficio scrivente per visionare i locali che dovranno ospitare il Laboratorio in questione.

LIBERATORIA LEGGE SULLA PRIVACY

AI SENSI DELL’ARTICOLO 13 DEL D.LGS 196/2003, IN ORDINE AL PROCEDIMENTO RELATIVO AL PRESENTE BANDO SI INFORMA CHE:
LE FINALITÀ CUI SONO DESTINATI I DATI RACCOLTI RIGUARDANO ESCLUSIVAMENTE ALL ‘ESPLETAMENTO DELL AVVISO PUBBLICO;
IL CONFERIMENTO DEI DATI HA NATURA FACOLTATIVA, E SI CONFIGURA PIÙ ESATTAMENTE COME ONERE, NEL SENSO CHE IL CONCORRENTE, SE INTENDE PARTECIPARE ALL’AVVISO O AGGIUDICARSI LA FORNITURA, IN BASE ALLA VIGENTE NORMATIVA, DEVE RENDERE LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA DALL ‘AMMINISTRAZIONE;
LA CONSEGUENZA DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE CONSISTE NELL’ ESCLUSIONE DALLA GARA O NELLA DECADENZA DALL’ AGGIUDICAZIONE.
I SOGGETTI O LE CATEGORIE DI SOGGETTI AI QUALI I DATI POSSONO ESSERE COMUNICATI SONO :
IL PERSONALE INTERNO DELL ‘AMMINISTRAZIONE IMPLICATO NEL PROCEDIMENTO;
OGNI ALTRO SOGGETTO CHE ABBIA INTERESSE AI SENSI DELLA LEGGE 7 AGOSTO 1990 N° 241;

Il presente bando, per la massima diffusione,viene:
1. Pubblicato all’albo della scuola in data 15 gennaio 2009;
2. Pubblicizzato, mediante e-mail, alle scuole della rete intranet CSA di Caserta;
3. Inviato alle Aziende;
4. Inserito nel sito web dell’istituzione scolastica.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Dott. Guido ZONA)

Categorie:Senza categoria Tag:

Circolare Ministero iscrizioni 2009 / 2010

16 Gennaio 2009 Nessun commento

Anno scolastico 2009-2010: i contenuti della circolare del Ministero
Roma, 14 gennaio 2009
"Maestro unico per le prime classi (elementari)
Anticipi alla scuola per l’infanzia e primaria
Voto in condotta: con il 5 non si è ammessi all’anno successivo
Voti al posto dei giudizi
Inglese potenziato alla secondaria primo grado (media)
Al via la sperimentazione di "cittadinanza e costituzione" come disciplina autonoma

Domani mattina il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini firmerà la circolare che fornisce le indicazioni per l’iscrizione alle sezioni della scuola dell’infanzia e a tutte le scuole di ogni ordine e grado.
La firma sarà preceduta dal confronto con i sindacati, previsto per domani.

Le domande di iscrizione devono essere presentate entro il 28 febbraio.

Questi i contenuti principali del documento:

Per la scuola dell’infanzia

Iscrizioni aperte, nelle scuole statali e paritarie, per i bambini che compiono tre anni entro il 31 dicembre 2009 e, in presenza di particolari condizioni (disponibilità di posti, accertamento dell’avvenuto esaurimento di eventuali liste d’attesa), anche ai bambini che compiono i tre anni entro il 30 aprile 2010.

Le ore settimanali previste sono 40 (8 ore giornaliere). A richiesta e in base alle disponibilità si potrà arrivare fino a un massimo di 50 ore.

Prosegue l’esperienza delle ‘sezioni primavera’ per i bambini dai 2 ai 3 anni.

Per la scuola primaria

Sono obbligati a iscriversi (con un modulo che sarà a disposizione delle scuole) gli alunni che compiono i sei anni entro il 31 dicembre 2009. Possono iscriversi anticipatamente anche i bambini che compiono i sei anni entro il 30 aprile 2010.

Per le prime classi sarà introdotto l’insegnante unico di riferimento che avrà la responsabilità formativa globale dell’alunno.

Al momento delle iscrizioni alle classi prime i genitori possono esprimere, in ordine di priorità, le preferenze rispetto all’articolazione dell’orario settimanale: 24 o 27 ore che sono i due modelli di base.

Le famiglie possono scegliere anche il modello a 30 ore (con attività opzionali) e quello a 40 ore (tempo pieno).

Per le classi successive alle prime continuano i modelli orari e organizzativi in atto.

Per la scuola secondaria di primo grado

Con l’iscrizione i genitori esprimono la scelta tra i modelli orari di 30 ore o di tempo prolungato di 36 ore (prolungabile fino a 40 ore). Nel modello a 30 ore, 29 saranno di insegnamento curriculare e 1 di potenziamento della lingua italiana.
Le famiglie inoltre da quest’anno potranno, in sede di iscrizione e con vincolo di non variare tale scelta per l’intero corso della secondaria di primo grado, chiedere l’inglese potenziato: 5 ore di inglese, anziché 3 di inglese più 2 di una seconda lingua comunitaria. Le famiglie dunque potranno decidere di impiegare le 2 ore della seconda lingua comunitaria per l’insegnamento dell’inglese.

Per la scuola secondaria di secondo grado

I nuovi ordinamenti entreranno in vigore a decorrere dall’anno scolastico 2010-2011 con la revisione generale dell’offerta formativa. Per il 2009-2010 sono confermati i percorsi previsti dagli attuali ordinamenti.

Obbligo di formazione

L’obbligo di istruzione potrà essere assolto anche con la frequenza dei percorsi di istruzione e formazione triennali avviati attraverso accordi regionali.

Voti e comportamento

I voti relativi alle singole discipline sono espressi in decimi (i voti inferiori a 6 sono di insufficienza) sia nella scuola primaria che nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Nella scuola secondaria la valutazione del comportamento è espressa in decimi (i voti inferiori a 6 sono di insufficienza). Con una votazione inferiore a 6 lo studente non è ammesso all’anno successivo.

L’esito complessivo dell’esame conclusivo del primo ciclo (terza media) è espresso in decimi.

Cittadinanza e costituzione come disciplina autonoma

L’insegnamento della disciplina "cittadinanza e costituzione" partirà come sperimentazione organica per poi entrare a regime nel 2010-2011.
La disciplina avrà dal 2009-2010 un monte ore definito e una valutazione a parte per le scuole che aderiranno alla sperimentazione.

Categorie:Senza categoria Tag:

Ritiro attestati corsi PON B4 e G1

15 Gennaio 2009 Nessun commento

In Segreria sono disponibili gli attestati dei corsi PON G1 Educazione Adulti di Informatica e Inglese e B4 Formazione Docenti

Categorie:Senza categoria Tag:

Lavagne elettroniche interattive

15 Gennaio 2009 Nessun commento

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
Dipartimento per la programmazione
Direzione Generale per gli Studi e la Programmazione e per i Sistemi Informativi
Ufficio V
L’innovazione Digitale nella Scuola attraverso il MePA:
le lavagne interattive multimediali (LIM)

Il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca promuove il Piano per l’Innovazione Digitale nella Scuola per sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso della lavagna interattiva, strumento che favorisce l’integrazione delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nei processi di apprendimento in classe.

Il Piano si prefigge di fornire alle scuole secondarie di I° grado dotazioni tecnologiche composte da lavagna interattiva, proiettore e personal computer e un campione di contenuti didattici digitali da sperimentare.

Tali strumentazioni verranno assegnate, compatibilmente con la disponibilità economica, agli Istituti che avranno avanzato richiesta indicando la classe in cui la lavagna verrà installata e i docenti del consiglio di classe che si impegnano ad utilizzarla nella didattica quotidiana.

Il Piano prevede per i docenti coinvolti un adeguato training tecnico-operativo e un percorso annuale di formazione metodologica a cura dell’ANSAS (Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica).

Gli acquisti delle dotazioni tecnologiche saranno effettuati, sia dagli Istituti Scolastici sia dagli Uffici Scolastici Provinciali, sul Mercato Elettronico della P.A.. A tal proposito, il Ministero e Consip organizzano un evento rivolto alle Imprese interessate a fornire sul Mercato Elettronico della P.A. lavagne interattive multimediali (LIM), proiettori e PC. L’ evento si terrà a ROMA il 29 gennaio 2009 presso Consip S.p.A. – Via Isonzo 19/E – alle 14,30, e sarà l’occasione per approfondire le caratteristiche generali delle dotazioni tecnologiche previste per l’introduzione della lavagna interattiva (LIM). Saranno, inoltre, illustrati i contenuti del bando corrispondente sul Mercato Elettronico della P.A., le principali funzionalità dello strumento e le procedure di abilitazione dei fornitori.

Per saperne di più sul Mercato Elettronico della P.A., si consiglia di consultare la sezione "Mercato Elettronico".

http://www.pubblica.istruzione.it/news/2009/lim.shtml

 

 

Categorie:Senza categoria Tag:

Regolamento scuola infanzia e primo ciclo del 18 dicembre 2008

8 Gennaio 2009 Nessun commento

Articolo 5 – Scuola secondaria di I grado

1. L’orario annuale obbligatorio delle lezioni nella scuola secondaria di I grado è di complessive 990 ore, corrispondente a 29 ore settimanali, più 33 ore annuali da destinare ad attività di approfondimento riferita agli insegnamenti di materie letterarie. Nel tempo prolungato il monte ore è determinato mediamente in 36 ore settimanali elevabili fino a 40 comprensive delle ore destinate agli insegnamenti e alle attività e al tempo dedicato alla mensa. Gli orari di cui ai periodi precedenti sono comprensivi della quota riservata alle regioni, alle istituzioni scolastiche autonome e all’insegnamento della religione cattolica in conformità all’Accordo modificativo al Concordato lateranense e relativo Protocollo addizionale, reso esecutivo con legge 25 marzo 1985, n. 121, ed alle conseguenti intese.

2. I piani di studio, in coerenza con gli obiettivi generali del processo formativo della scuola secondaria di I grado, sono funzionali alle conoscenze e alle competenze da acquisire da parte degli alunni in relazione alle diversità individuali, comprese quelle derivanti da disabilità.

3. Con apposito decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, avente natura non regolamentare, si procede alla definizione delle classi di concorso e di abilitazione secondo criteri di flessibilità nell’utilizzo del personale anche al fine di facilitarne l’impiego.

4. Le classi a "tempo prolungato" sono autorizzate nei limiti della dotazione organica assegnata a ciascuna provincia e tenendo conto delle esigenze formative globalmente accertate, per un orario settimanale di insegnamenti e attività da un minimo di 36 ore ad un massimo di 40 ore. Le classi a "tempo prolungato" si attivano su richiesta delle famiglie e nel limite del numero dei posti attivati complessivamente per l’anno scolastico 2008/2009. Ulteriori incrementi di posti per le stesse finalità sono attivati, in sede di definizione degli organici, sulla base di economie realizzate.

5. Le classi funzionanti a "tempo prolungato" sono ricondotte all’orario normale in mancanza di servizi e strutture idonei a consentire lo svolgimento obbligatorio di attività in fasce orarie pomeridiane e nella impossibilità di garantire il funzionamento di un corso intero a tempo prolungato.

6. Il quadro orario settimanale delle discipline e le classi di concorso per gli insegnamenti della scuola secondaria di I grado, definiti tenendo conto dei nuovi piani di studio, è così determinato, fatto salvo quanto previsto dall’art. 4, comma 2, del D.P.R. 275 del 1999:

Italiano, Storia, Geografia

9

Attività di approfondimento in materie letterarie

1

 

Matematica e Scienze

6

Tecnologia

2

Inglese

3

Seconda lingua comunitaria

2

Arte e immagine

2

Scienze motorie e sportive

2

Musica

2

Religione cattolica

1

7. L’insegnamento di "Cittadinanza e Costituzione", previsto dall’art. 1 del decreto legge n 137 del 2008, convertito con modificazioni dalla legge n. 169 del 2008, è inserito nell’area disciplinare storico-geografica.

8. I corsi ad indirizzo musicale, già ricondotti ad ordinamento dalla legge 3 marzo 1999, n. 124, si svolgono oltre l’orario obbligatorio delle lezioni di cui al primo periodo del comma 1 del presente articolo. Le indicazioni relative all’insegnamento della musica per valorizzarne l’apprendimento pratico, anche con l’ausilio di laboratori musicali, nei limiti delle risorse esistenti, sono definite con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca avente natura non regolamentare. Con il medesimo provvedimento sono fissati i criteri per l’eventuale riconoscimento dei percorsi formativi extracurricolari realizzati dalle scuole secondarie di primo grado nel rispetto del decreto del Ministro della pubblica istruzione 6 agosto 1999, n. 201, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 235 del 6 ottobre 1999, per la loro equiparazione a quelli previsti dall’art. 11, comma 9, della legge 3 maggio 1999 n. 124.

9. Il quadro orario settimanale delle discipline per gli insegnamenti della scuola secondaria di I grado a tempo prolungato è così determinato fatto salvo quanto previsto dall’art. 4, comma 2, del D.P.R. 275 del 1999:

Italiano, Storia, Geografia

15

Matematica e Scienze

9

Tecnologia

2

Inglese

3

Seconda lingua comunitaria

2

Arte e immagine

2

Scienze motorie e sportive

2

Musica

2

Religione cattolica

1

Approfondimenti a scelta delle scuole nelle discipline presenti nel quadro orario

1 o 2

10. L’insegnamento di "Cittadinanza e Costituzione", previsto dall’art. 1 del decreto legge n 137 del 2008, convertito con modificazioni dalla legge n. 169 del 2008, è inserito nell’area disciplinare storico-geografica.

11. A decorrere dall’anno scolastico 2009/2010, a richiesta delle famiglie e compatibilmente con le disponibilità di organico e l’assenza di esubero dei docenti della seconda lingua comunitaria, è introdotto l’insegnamento dell’inglese potenziato anche utilizzando le 2 ore di insegnamento della seconda lingua comunitaria o i margini di autonomia previsti dal precedenti commi 6 e 9. Le predette ore sono utilizzate anche per potenziare l’insegnamento della lingua italiana per gli alunni stranieri non in possesso delle necessarie conoscenze e competenze nella medesima lingua italiana, nel rispetto dell’autonomia delle scuole.

 

Categorie:Senza categoria Tag: